fbpx

ven31mar7:00 pm7:00 pm ANGELO BRANDUARDI • “CONFESSIONI DI UN MALANDRINO”Tipo EventoLA MUSICA DELLE PAROLE

Dettagli evento

31 marzo

Darsena del Sale

D-ARS EN-ART: Angelo Branduardi
“Confessioni di un malandrino”

Baldini+Castoldi

 

 ________________________________

PROGRAMMA

Ore 19.00: Presentazione Libro e Firmacopie

Ore 20.30: Cena

Conversa con l’autore Pierfrancesco Pacoda

 
La musica delle parole è un ciclo di incontri curato da Paola Cevenini per Darsena del Sale a Cervia che racconterà, attraverso un lungo cartellone di appuntamenti, cosa succede nell’universo sonoro della ‘popular music’ nazionale, quando a narrare le proprie vite (ma anche quelle degli altri) sono alcuni tra i più originali protagonisti di questa scena. Una rassegna che attraversa i generi e le classificazioni, che si muove tra tradizione e vertigini elettroniche, tra piste da ballo e balere, tra l’eccitazione della contemporaneità e la dolce nostalgia di un passato vicino. Tra la tecnologia della dance e le armonie disegnate nelle aie romagnole. Una occasione per guardare alla musica e alla realtà nella quale viviamo dal punto di vista dei musicisti. Diversi tra loro, ma uniti dalla passione per un linguaggio artistico che ha la capacità di parlare direttamente al cuore. Senza mediazioni.

Il 31 marzo arriva in Darsena del Sale Angelo Branduardi. Un musicista che nella sua carriera ha esplorato in lungo e in largo i vasti territori del suono, navigando tra le culture, tra sacro e profano, e che – prediligendo per sé la definizione di trovatore – ha fatto sì che ogni suo brano fosse un piccolo giro del mondo, per la quantità di spunti e strumenti messi in campo. È inoltre un cantore di alta spiritualità e un grandissimo divulgatore di cultura: supportato dalla moglie Luisa Zappa – da sempre autrice dei testi e stimolo costante per la sua ricerca – ha narrato le gesta di san Francesco e musicato poesie di Sergej Esenin e William Butler Yeats, ha scritto colonne sonore per il cinema e sperimentato con l’elettronica, ha raccontato favole e leggende di tutto il mondo. Con la sua voce e il suo violino, insomma, ha trasportato gli ascoltatori verso altre realtà. E lo testimoniano i suoi successi – basti ricordare La pulce d’acqua, Cogli la prima mela, Vanità di vanità, Si può fare e molti altri – e i suoi concerti sempre sold out.

Allo scoccare dei settant’anni, Angelo ha deciso di svelarsi per la prima volta in questa autobiografia, che è il racconto autentico che il critico musicale Fabio Zuffanti ha provveduto a raccogliere ed elaborare. Dall’infanzia trascorsa a Genova alla scoperta della passione per la musica, dai tour in giro per l’Europa alle ispirazioni che stanno dietro alle sue creazioni, la famiglia, i concerti, gli incontri, i grandi successi, le scelte giuste e quelle sbagliate, la luce e il buio del suo essere uomo prima che artista: una testimonianza preziosa che ogni appassionato di musica non dovrebbe mancare di leggere.
Con una prefazione di Stefano Bollani e un’ampia appendice discografica a cura di Laura Gangemi,
principale animatrice del fanclub ufficiale di Angelo Branduardi, Locanda del Malandrino.
 

Angelo Branduardi (Bio)

Angelo Branduardi è cantautore, violinista, polistrumentista e compositore. A lui si deve la creazione di un genere musicale che unisce il pop alla musica antica (in particolare, medievale e rinascimentale) e la world music. Il suo successo è partito dall’Italia, ma si è presto allargato a macchia d’olio in svariati Paesi europei grazie a hit come Alla fiera dell’est, La pulce d’acqua, Cogli la prima mela, Si può Fare e moltissime altre. La carriera di Branduardi si snoda attraverso ventidue album in studio, svariate colonne sonore, dischi dal vivo e concerti che fanno regolarmente registrare il tutto esaurito.

Informazioni e prenotazioni: 

info@darsenadelsale.com

+39 0544 16768

Prenota ora

Le prenotazioni sono chiuse